E++

Italiano

07 marzo 2014

A partire dal 31 marzo disponibili 2,5 Miliardi di Euro per l’efficientamento energetico dei sistemi produttivi

Per favorire lo sviluppo dell’efficienza energetica nel settore industriale, la Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) ha messo a disposizione un fondo pari a 2,5 Miliardi di euro, che con successivi provvedimenti potrebbe arrivare fino a 5 miliardi. I finanziamenti potranno essere concessi fino al 31 dicembre 2016 e sono valevoli per investimenti di importo compreso tra 20.000 e 2 milioni di Euro.

Si tratta di una formula di fondo rotativo con mutuo agevolato (-2,75% rispetto al tasso bancario) per le piccole e medie imprese afferenti a tutti i settori del Paese, compresi agricoltura e pesca, che hanno intenzione di investire nell’efficientamento energetico e in interventi di riqualificazione energetica.

La crisi economica penalizza infatti in maniera significativa le aziende e gli enti pubblici, riducendo le risorse a loro disposizione e compromettendo perciò la possibilità di effettuare quegli investimenti nel settore dell’efficienza energetica e delle rinnovabili i cui benefici economici, oltre che ambientali, si manifesterebbero nel breve-medio periodo. Anche l’accesso al credito bancario è diventato più difficile che in passato ed è quindi necessario cercare di accedere a nuove fonti di finanziamento nazionali e comunitarie. 

Caratteristiche del mutuo agevolato e contributo
Il contributo corrisponde agli interessi, calcolati su un piano di ammortamento classico, con rate semestrali. Il tasso previsto è del 2,75% annuo per cinque anni. In più, le PMI avranno l'opportunità di usufruire della garanzia del Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese, fino all'80% dell'ammontare del finanziamento, con un accesso molto più veloce. 


Contattaci per ulteriori informazioni info@eplusplus.net – 0171 413963