E++

Italiano

22 luglio 2015

Autoproduttori: benefici con la pratica SEU

Il Decreto Competitività 2014 introduce l'obbligo di pagare gli oneri di sistema anche sull'energia autoconsumata retroattivamente a far data dall'1/1/2015.
Lo stesso decreto definisce che tutti i produttori di energia elettrica che si qualificano come SEU (Sistemi efficienti d'utenza) o SEESEU (Sistemi equivalenti ai sistemi efficienti d'utenza) pagheranno solo il 5% di tali oneri di sistema.

CHE COSA SONO I SEU?
I Seu sono i “Sistemi Efficienti di Utenza”, ovvero sistemi di produzione e consumo elettrico che mettono in collegamento diretto il produttore ed il consumatore finale col vantaggio di bypassare la rete, alcuni intermediari e parte dei loro costi di utilizzo. Eliminando un intermediario, i SEU convengono sia al produttore, che vende direttamente l’energia al proprio cliente, sia al consumatore finale che acquista direttamente dal produttore ad un prezzo conveniente. 

COME OTTENERE LA QUALIFICA SEU?
Con l'introduzione di tale obbligo, il GSE ha aperto un'applicazione sul portale informatico per poter ottenere la qualifica di SEU o SEESEU A-B-C la quale sarà necessaria per vedersi addebitato in bolletta solo il 5% degli oneri sull'autoconsumo, invece che il 100%. L'AEEGSI ha precisato che la riduzione del 95% degli oneri in questione viene riconosciuta solamente se l'operatore acquisisce a mezzo del GSE tale qualifica.  

QUALI IMPIANTI RIENTRANO?
La pratica SEU è consigliata per gli impianti in cessione parziale con contratto RID mentre per quelli in regime di scambio sul posto (SSP) il GSE riconoscerà automaticamente tale qualifica. Gli impianti in regime di cessione totale non sono interessati da tale normativa. 

VALORE DEGLI ONERI : PERIODO TRANSITORIO 2015 ED APPLICAZIONE A REGIME A PARTIRE DAL 2016
L'AEEGSI fornisce chiarimenti in merito al periodo transitorio 2015, durante il quale gli oneri in parola verranno determinati per gli impianti connessi in Media Tensione in maniera forfettaria in funzione della potenza installata (e non riferendosi al reale autoconsumo - meccanismo che entrerà in funzione nel 2016) e per gli impianti connessi in BT forfettariamente in Euro 36,00. Forniamo nel seguito alcuni esempi indicativi di conteggio di tali oneri a partire dal 2016.  

ESEMPI DI RISPARMIO ANNUALE PER OGNI IMPIANTO (Secondo le tariffe in vigore nell'esercizio 2015)

CORRISPETTIVO GSE
Per gli impianti > 20kW ogni richiesta è soggetta ad un contributo da versare al GSE per le spese d'istruttoria, pari a Euro 250 (Qualifica semplice costituita da un unico impianto di produzione) oppure a Euro 500 (Qualifica complessa costituita da più impianti di produzione).
Per gli impianti di produzione di potenza fino a 20 kW si applica, in tutti i casi, un contributo pari a 50 € mentre al di sotto dei 3kW non sono soggetti ad alcun contributo. 

SCADENZA
Tale qualifica va richiesta, sul portale telematico del GSE entro il 30/09/2015 per ottenere l'applicazione agevolata a far data dall'1/1/2015 per ogni impianto.   

Per ulteriori informazioni contattaci a info@eplusplus.net